Casa Veronica

Casa Veronica

casa veronica

Il progetto “Casa Veronica”, nato nel 2014 e inizialmente dedicato all’accoglienza di donne sole o con figli minori, è proseguito aprendosi all’ospitalità di uomini e donne, che vivendo un momento di sofferenza, sentono il bisogno di ristorarsi l’anima e desiderano intraprendere un percorso per comprendere il perché del loro “vuoto”, conoscere il senso della vita, della condivisione e della comunione con gli altri.

Alla base del progetto c’è la riconosciuta necessità di sostenere le persone che vivono una condizione di vulnerabilità.

L’obiettivo è quello di accompagnare ogni persona a ritrovare l’amore verso sé stessa e verso gli altri, per ricominciare con forza e determinazione una strada diversa da quella percorsa precedentemente che ha portato a vivere dei disagi.

Il valore dell’ascolto e dell’accompagnamento

L’Associazione vuole avviare tutti quei percorsi che mirano alla prevenzione, ad anticipare e consentire all’essere umano di ritrovare il cammino prima di imboccare la strada sbagliata.

Saranno messi a disposizione dei momenti per ascoltare ed accompagnare chi si trova nella sofferenza a riflettere sul proprio vissuto, ad individuare ed accogliere le proprie qualità e punti di forza, a riconoscere le fatiche e le difficoltà, ma anche le soddisfazioni e i desideri, condividendo la semplice vita quotidiana dell’Associazione.

In questo modo, la persona che è alla ricerca di una risposta al proprio disagio, può ricevere accoglienza ed ascolto, supportata da percorsi di recupero psico-fisico-spirituale anche mediante tecniche corporee, meditative, di respirazione al fine di trasmettere un buon stile di vita.

Cosa si fa in Casa Veronica?

Casa Veronica si vivrà l’esperienza di assaporare un clima emotivo sereno, dove i ritmi ed i tempi sono scanditi da vari impegni quotidiani, per scardinare abitudini errate e apprendere uno stile di vita sano ed equilibrato.

L’esperienza di vita comunitaria, poi, può essere d’aiuto per migliorare le relazioni. In questi tempi molte persone si sentono disorientate, si denotato problemi di socializzazione, di emarginazione ed isolamento, conflitti in ambito familiare e/o sociale.

In casa Veronica si doneranno gli strumenti per avviare un cammino di ri-equilibrio in sé stessi.

Il progetto risponde a tutti coloro che desiderano migliorare il proprio stile di vita e ritrovare sé stessi.

Ricordando Santa Veronica 

La scelta del nome “Casa Veronica” è per ricordare Santa Veronica, che ha soccorso Gesù mentre percorreva il Calvario sotto il peso della croce. In ogni persona sofferente cerchiamo di vedere il volto di Cristo e, come la Veronica, portare consolazione con la nostra presenza, con rispetto e carità, in un momento particolare e doloroso della loro vita.

Accesso in “Casa Veronica”

La durata della permanenza è legata alle singole situazioni; potrà essere di uno o più giorni non potrà comunque protrarsi oltre i cinque giorni, salvo differenti indicazioni da parte del Consiglio direttivo, al fine di evitare che si generi un meccanismo di dipendenza e di conseguente limitazione dell’autonomia.

Coltiviamo un mondo nuovo

Coltiviamo un mondo nuovo

Spazio aperto

Il Progetto “Coltiviamo un Mondo Nuovo” è stato pensato con la volontà di coniugare l’accoglienza, l’ascolto e la promozione del proprio “essere umano”.

L’associazione Comunità San Giovanni Battista, in collaborazione con la società Hortus Officinalis, desidera offrire, a tale scopo, l’opportunità di trascorrere del tempo a contatto con la natura, un ambiente dove assaporare la pace, ritrovare la speranza, un luogo ideale di incontro e di confronto.

Il Progetto promuove l’importanza per l’uomo di ritrovare l’armonia con il Creato attraverso la riscoperta di un’agricoltura di qualità che rispetti i tempi e i ritmi naturali, sia dell’uomo che della natura.

Logo Comunità APS
Logo Comunità APS

Spazio aperto

Il Progetto “Coltiviamo un Mondo Nuovo” è stato pensato con la volontà di coniugare l’accoglienza, l’ascolto e la promozione del proprio “essere umano”.

L’associazione Comunità San Giovanni Battista, in collaborazione con la società Hortus Officinalis, desidera offrire, a tale scopo, l’opportunità di trascorrere del tempo a contatto con la natura, un ambiente dove assaporare la pace, ritrovare la speranza, un luogo ideale di incontro e di confronto.

Il Progetto promuove l’importanza per l’uomo di ritrovare l’armonia con il Creato attraverso la riscoperta di un’agricoltura di qualità che rispetti i tempi e i ritmi naturali, sia dell’uomo che della natura.

Non Solo Pane

Non Solo Pane

non solo pane

Il progetto “Non Solo Pane“  nasce con la volontà di portare un aiuto concreto alle persone in difficoltà. Attraverso l’ascolto e una parola di conforto si cerca di accogliere e di portare aiuto a coloro che versano in stato di bisogno e di fragilità, senza alcun tipo di distinzione, assicurando gratuitamente gli alimenti necessari per far si che ogni persona mantenga la propria dignità.

Destinato a tutti coloro che, trovandosi nel bisogno, si rivolgono all’Associazione, il Progetto “Non Solo Pane” vuole rispondere alle varie forme di povertà: persone che a causa della perdita del lavoro, di una separazione inaspettata o di un progetto di vita cambiato da un tragico evento, si sono ritrovate a non avere più quello che fino a quel momento era bastato per mantenere una famiglia.

I volontari accompagnano direttamente la persona a fare la spesa lungo le corsie e gli scaffali, aiutando a fare acquisti equilibrati, restando nel budget destinato dall’Associazione a seconda della situazione. Questo approccio promuove un fattore di supporto emotivo e relazionale.